Stampa

Alice Rotini

a.rotini

Mi sono laureata in Ecologia ed Evoluzione con lode, presso l’Università di Roma “Tor Vergata” ed ho conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Biologia Applicata (XXIII Ciclo) presso l’Università di Napoli “Federico II”. Collaboro dal 2007 a numerose attività di ricerca e didattiche dei laboratori di Ecotossicologia e Microbiologia, in qualità di borsista, dottoranda e poi assegnista. Fin dagli inizi, mi sono dedicata allo sviluppo di sistemi per valutare lo stress ambientale e i suoi effetti sugli organismi, soprattutto negli ecosistemi marini. Come spesso impone il mestiere di ecologo, durante la mia attività di ricerca ho intrapreso proficue e stimolanti collaborazioni con (e presso) Università e Centri di Ricerca di calibro internazionale, in Italia e all’Estero, che hanno contribuito in maniera significativa alla mia crescita professionale e personale. Ho ottenuto varie borse di mobilità all’estero, tra le più significative un Erasmus Mundus presso University of Queensland (Brisbane, Australia), e COST e Assemble presso il CCMAR/Università dell’Algarve (Faro, Portogallo) e l’Interuniversity Institute for Marine Science (IUI; Eilat, Israele)

 

L’attività di ricerca che svolgo riguarda: (i) sviluppo di approcci integrati di tipo ecologico, fisiologico e molecolare per il monitoraggio degli ecosistemi marini (inclusi studi su fanerogame marine); (ii) monitoraggio di matrici biotiche e abiotiche per attività di conservazione e ripristino degli habitat marini; (iii) valutazione di effetti biologici in organismi e popolazioni sottoposti a contaminazione ambientale; (iv) gestione ed analisi di dati biologici e ambientali.

Tra le attività più recenti ci sono la partecipazione al progetto di ricerca “Strumenti e metodi per il monitoraggio ecotossicologico di nanoparticelle” in qualità di assegnista presso l'Università di Roma "Tor Vergata" (Dip. Biologia) e un contratto come consulente presso ISPRA per l’allestimento di test di tossicità con specie marine e stesura di rapporti tecnici, nell’ambito del progetto di ricerca “Monitoraggio di un terminale GNL e della condotta di collegamento alla terraferma”.

 

Mi piace definirmi ‘innamorata della vita’ e cerco di sfruttarne ogni momento per esplorare e conoscere il mondo con ogni mezzo possibile: i libri, il teatro, la musica, lo sport e soprattutto i viaggi…sempre insieme al mio compagno, Simone, con il quale condivido bellissime avventure da più di 15 anni! Ma forse l’avventura più bella è iniziata di recente con la nascita di nostro figlio, Morgan.